Kingena

KINGENIALa bidonville terminava stentata nella savana più piatta e brulla, a perdita d’occhio d’erba bruciata dalla luce rovente poco a sud dell’Equatore.
Motociclisti fuoristrada, un carosello dove pascolavano gazzelle e zebre.
Il vento ti parla in corsa folle verso il nulla forzato nei labirinti dell’anima.
Negli occhi chiusi per meglio sentire l’ebbrezza, più caldo, più fresco, gli strati diversamene temprati nella corsa orizzontale.
Fragore meccanico, i suoni lontani dalla reggia africana, grattacieli come stele, dalla sommità dorata.
Felini, nella città, sinuose creature s’infiltrano nei circoli della modernità.
Lasciano tracce impercettibili ai più, tracce olfattive d’umori primordiali.
Felini si insinuano in ogni andito, tra le presse chiuse come ostriche dei passaggi dell’ora e nelle asperità dei cuori senza ricordo di Lei ancora in corsa sulla moto ad imitare il ghepardo.

Entro di me vi è il giorno più lungo, il sole gira in cerchi obliqui e non tramonta mai la luna poi imperi nel tuo cuore.

Kingena
Per sapere il prezzo e dove comprarla clicca Quì
(by Marco Goracci)
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...