Ecofora

ECOFORA.jpg

Contemplo le Pleiadi e Arturo, quando appaiono, come fossi una loro adoratrice. Osservo l’apparire della stella del mattino e quando giunge folleggio nel desiderio e la mia passione aumenta.
L’idolo dalle braccia radianti è l’atrio della stazione centrale. Volta altissima, ambiente immenso, gente in rapido passaggio.
Caldo e umidità addensata, buona per i tuoi fiori di campo in un cesto vicino al chiosco degli hot dog.
Il primo giorno del mese. Il contasecondi della cronotabella si mangia il tempo del primo giorno del mese.
Lei seguiva questa fuga rapita e spaventata come se gli attimi fuoriuscissero dal suo corpo a clessidra.
Doveva farsi perdonare per la sua bellezza come la sirena spiaggiata dello stretto di Messina: senza dubbio affermò l’erudito abate di averla sentita gridare con voce di donna.
Il treno proveniente da qualsiasi luogo voi vogliate batté la testa come di solito sui respingenti al terminal.
Si rese conto allora di essere perduta.
Il tempo veloce al passo dei rapidi passanti pellegrini e non cessavano gli arrivi e le partenze.
Non era nessun luogo e non poteva toccare nulla di quella scena solo i suoi anemoni da sfiorare, rossi.
In uno scenario illusorio, prigioniera di un cristallo, vedeva tutto moltiplicato in mille riflessi iridescenti.

Fresca come le pallide foglie dei mughetti riposa accanto a me nell’alba , il cielo le offreun serto di cirri

Ecofora
Per sapere quanto costa e dove acquistarla Clicca Quì
(by Marco Goracci)
Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...