StandARTunico

All’interno del mondo contemporaneo, specialmente durante gli ultimi decenni, si è sviluppato un incredibile fenomeno di omologazione dei prodotti che è andato a completare l’alienazione industriale coinvolgendo anche artisti e artigiani che fino a quel momento erano riusciti a sfuggire a questa tendenza. Senza dubbio le cause di questo processo sono da individuare in un ampliamento della richiesta, in una maggior distribuzione della ricchezza e nella conseguente industrializzazione estrema nata per far fronte a questa situazione. Sebbene da un punto di vista sociale nessuno possa negare i vantaggi offerti da questo diffuso stato di benessere economico e dalla nascita dell’economia globalizzata, gli effetti di questo fenomeno non hanno mancato di causare notevoli ripercussioni sia sul piano culturale che su quello microeconomico.

Sotto il profilo culturale, lo svilupparsi dell’industrializzazione ha causato profonde modificazioni nella percezione estetica sociale, contribuendo ad un’estrema omologazione del gusto. La creazione di prodotti in serie ha portato ad uno sviluppo estetico “in serie”, portando il mercato ad adattarsi alle caratteristiche dell’offerta anziché modificare quest’ultima in base alle esigenze dell’utente. Il consumatore, abituato a cibarsi (metaforicamente e non) dei prodotti che gli vengono offerti, perde la percezione dell’effettiva qualità delle merci per adattarsi completamente alla situazione commerciale principale, fino ad arrivare a condividerne l’unico criterio di distinzione tra i prodotti: il prezzo.

Nell’ottica della new economy infatti, il concetto di qualità effettiva di materiali e lavorazione viene spesso messo in secondo piano rispetto a nuovi elementi distintivi quali marchi, località di provenienza, simboli e prezzo, fino a rendere la scelta tra un prodotto e l’altro influenzata quasi unicamente dalla sfera economica.

Ciò che caratterizza il progetto StandArtUnico è proprio l’idea di ribaltare questo processo, restituendo al prodotto la dimensione della qualità effettiva e al consumatore la sua dignità di persona completa e ricca di un senso estetico che merita di essere espresso e di trovare soddisfazione.

Le ripercussioni della globalizzazione e dell’eccessiva industrializzazione non hanno mancato di farsi sentire anche nell’ambito economico. L’invadenza sempre maggiore delle multinazionali, l’atteggiamento onnicomprensivo delle loro produzioni e la loro possibilità di produrre enormi quantità a basso costo, hanno portato ad un’emarginazione del settore artigianale, mettendo in difficoltà negozianti e piccoli imprenditori. La disparità dei mezzi che le due realtà hanno a disposizione porta necessariamente i bottegai in una situazione subordinata, costringendoli ad arrancare per riuscire a confrontarsi con un mercato spietato e competitivo in una posizione di netta inferiorità.

Tuttavia, sarebbe sciocco considerare un prodotto artigianale alla stregua di un prodotto industriale. Ciò che distingue un prodotto artigianale è il tocco umano, la scelta accurata dei materiali fatta non in base alla possibilità di massimizzare il profitto, ma a quella di massimizzare il risultato. La ricerca estetica degli artigiani è ciò che attribuisce al prodotto non industriale l’unicità che lo contraddistingue, permettendogli di esser messo sul mercato ad un prezzo maggiore.

Com’è possibile dedurre anche semplicemente dall’etimologia del termine “artigiano”, la produzione artigianale si distingue dal resto grazie alla propria componente artistica. Come un pittore di rinomata fama, un famoso architetto, un affermato scultore o un importante designer, sebbene in maniera più silenziosa, l’artigiano imprime sui propri prodotti l’unicità del suo tocco, rendendoli a tutti gli effetti un’opera d’arte ricca di fascino e dignità estetica. Grazie al lavoro artigianale la deformazione culturale introdotta dall’industrializzazione trova attenuazione, lasciando un’eversiva nicchia di mercato dedicata ai prodotti non omologati e non omologanti.

Proprio all’interno di questa nicchia desidera introdursi StandArtUnico.

Partendo dalla conoscenza dell’importanza del ruolo del lavoro artigianale, StardArtUnico desidera ampliare l’atteggiamento che lo caratterizza ad ogni tipo di prodotto e servizio.

Il progetto StandArtUnico mira a trasformare ogni servizio o prodotto da standard ad unico tramite l’utilizzo dell’arte. Fiducioso nel profondo senso estetico dell’essere umano, nelle potenzialità creative degli artisti e degli artigiani e nelle possibilità rivoluzionarie dell’arte, questa iniziativa intende integrare le declinazioni artistiche con la vita quotidiana, sovvertendo l’omologazione portata dalla new economy e reintroducendo l’idea di un valore non direttamente collegato al prezzo.

L’idea promossa da StandArtUnico si presenta come un’originale alternativa alla monotonia del mercato, nonché come un’interessante possibilità per i piccoli negozianti di spostare la competizione su un piano diverso. Se una produzione artigianale non potrà mai eguagliare le prestazioni di quella industriale in termini di quantità prodotte e costi necessari, potrà certamente superarla nel campo delle possibilità artistico qualitative. Abbandonando il terreno del mercato generale, con StandArtUnico il prodotto rivendica la propria dignità artistica, rivolgendosi ad un consumo particolare e ricercato in grado di prediligere l’unicità del prodotto a discapito del costo. Se un prodotto industriale, conforme ai simboli e alle caratteristiche che si è abituati ad individuare nella maggior parte dei prodotti con cui si viene a contatto, non potrà mai superare una certa soglia di costo, grazie all’iniziativa di StandArtUnico, attraverso l’introduzione di un contributo artistico il valore dl prodotto potrà perfino triplicare.

Ciò che StandArtUnico si propone di fare è una vera e propria rivoluzione economico artistica, volta a sostituire i marchi tradizionali attraverso l’utilizzo dell’arte.

Il principio di marketing che alimenta questo progetto è quello del cross selling, ossia il contributo reciproco e complementare di diverse figure professionali volto alla realizzazione di un prodotto qualitativamente invidiabile e artisticamente unico. Attraverso la stampa di opere d’autore, il contributo plastico di designer e architetti, l’esperienza di artigiani e mobilieri, questo progetto desidera reintrodurre la dimensione estetica tra i criteri di scelta di un prodotto, utilizzandola per aumentarne il valore. 

Questa nuova attenzione al bello contribuirà ad educare l’utenza ad una sensibilità dimenticata tra gli scaffali dei grandi magazzini, mettendo in contatto l’umanità del consumatore con la creatività dell’artista che ha partecipato alla creazione del prodotto.

In quest’ottica, StandArtUnico si pone come un progetto utile alla comunità, in cui le possibilità e le competenze dei partecipanti vengono intelligentemente integrate per garantire a tutti il massimo della resa. Grazie alla sinergia tra le diverse conoscenze degli esperti che hanno deciso e decideranno di contribuire al progetto, StandArtUnico è in grado di offrire diversi vantaggi a tutte le personalità coinvolte nell’iniziativa. 

Dalla creazione dell’opera d’arte alla distribuzione del prodotto, tutti potranno godere delle potenzialità di questa iniziativa. Primo fra tutti, ne riceverà vantaggio l’artista che avrà la possibilità di esprimere la propria creatività e vedere riconosciuto il valore della sua opera. La diffusione della sua creazione tramite oggetti di diversa entità gli permetterà di ottenere visibilità ed affermarsi nel panorama artistico contemporaneo, oltre a portargli guadagno e a renderlo partecipe dell’educazione artistica che il progetto indirettamente promuove. Immediatamente dopo, ne otterrà vantaggio lo stampatore. Imprimendo l’opera d’arte sui prodotti, questo otterrà un ruolo all’interno di un processo da cui sarebbe altrimenti rimasto escluso, accedendo ad una nicchia di mercato esclusiva che altrimenti gli sarebbe probabilmente rimasta preclusa.

L’artigiano, come l’artista, potrà accedere ad una fetta più ampia di mercato che gli era stata sottratta dall’industria contemporanea, riaffermandosi all’interno del tessuto economico e commerciale tramite la qualità dei propri prodotti, che assumono così un ulteriore valore artistico. Ne trae un guadagno anche il venditore che decide di ospitare all’interno della propria attività il risultato di questo sinergico processo di produzione, in quanto, grazie al contributo manuale, creativo e intellettuale delle diverse personalità che hanno contribuito alla sua realizzazione, il prodotto assume un prezzo enormemente maggiore comparato a quello della produzione industriale. Se ciò esclude una ampia fetta di mercato dalla distribuzione di questi manufatti, contemporaneamente apre loro le porte di un consumo elitario e ricercato che mette il venditore nella condizione di poter modificare la propria clientela ampliando la propria offerta e comprendendo quindi anche la parte di utenza le cui necessità non venivano soddisfatte dalla tipica produzione in serie. Per ultimo, ma non meno efficacemente, ne tra vantaggio il consumatore. Colui che deciderà di acquistare i prodotti creati all’interno del progetto StandArtUnico non comprerà semplicemente un complemento d’arredo o un capo di vestiario, ma una vera e propria opera d’arte. L’utente avrà la possibilità di godere di una nuova dimensione commerciale e artistica, integrando le proprie necessità pratiche al suo spontaneo gusto estetico, senza essere costretto a piegarsi al compromesso omologante della produzione industriale con cui è abituato a venire a contatto.

Quest’innumerevole gamma di vantaggi, in grado di comprendere tutti i ruoli coinvolti, è ciò che rende StandArtUnico un progetto innovativo e rivoluzionario, unico nel suo genere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...